ANALISI
QUADRO FESSURATIVO

Crepe, le loro cause

Analisi del quadro fessurativo.

Se le crepe sono legate allo stress dell’edificio, avremo:

  • cicli di carico
  • deformazioni imposte
  • variazioni di temperatura
  • cedimento
  • deformazioni del terreno di fondazione

Se le crepe sono relative alle proprietà del calcestruzzo le cause saranno legate a:

  • calore sprigionato durante la reazione tra cemento e acqua, successivo raffreddamento
  • ritiro
  • rigonfiamento
  • carbonatazione
Analisi quadro fessurativo

Analisi Quadro Fessurativo

Per programmare degli interventi di protezione di un edificio danneggiato, è necessaria un’approfondita analisi del quadro fessurativo e quindi della struttura.
A tale scopo lo studio delle crepe è fondamentale in modo che si possano registrare e documentare nel dettaglio tutte le lesioni, le loro caratteristiche e la loro causa.

Sottili lesioni superficiali:

si tratta di lesioni di larghezza <0,1 mm, come sottili fratture o screpolature. Di solito non influenzano la solidità della struttura e, pertanto, non necessitano di trattamento. Spesso, queste screpolature sono dovute all’invecchiamento, a degli errori tecnici o da movimenti differenziali degli strati di rivestimento o del substrato.

Crepe da ritiro:

sono principalmente causate da essiccazione troppo veloce. Attraverso l’intero paramento, in modo diretto o disordinato.

Crepe da cedimento: 

causate da problemi del terreno di fondazione per essiccamento, abbassamento della falda, scavi in adiacenza, aumento dei carichi, compressibilità del terreno, suzione a carico di alberi, fondazione realizzata su più livelli, vibrazioni, instabilità del pendio, dilavamento ed esecuzione/progettazione inadeguata della fondazione.

Crepe da flessione:

si formano quando siamo in presenza di schiacciamento con espansione laterale. Interessata da eccessiva compressione, la muratura tende a spanciarsi e a rigonfiarsi sui lati formando un arco.

Crepe da trazione:

appaiono nel materiale quando esso è sottoposto ad un carico superiore al massimo carico consentito dalla struttura. Le crepe da trazione rappresentano quindi la prima fase di cedimento della struttura in caso di carico eccessivo.

Geometria e Variazioni dinamiche delle crepe

La larghezza della crepa è la distanza tra i bordi della lesione sulla superficie. Per determinare e monitorare la larghezza delle fessure si possono utilizzare ad esempio fessurimetri, deformometri removibili o degli estensimetri.

Allargamento della crepa: è importante conoscere la variazione della larghezza delle fessure (Δw) per selezionare il prodotto più adatto da iniettare. I cambiamenti della larghezza della crepa posso verificarsi nel breve termine quando dovuti ai carichi d’utilizzo, tutti i giorni ad opera radiazione solare, e nel lungo termine ad esempio a causa dell’alternarsi delle stagioni. Le combinazioni tra queste variabili possono essere molteplici.

Pulizia della crepa: una delle condizione principali per una efficace riparazione delle crepe consiste nella pulizia delle sue superfici interne. Infatti lo sporco potrebbe danneggiare il prodotto d’iniezione o ridurne la resistenza legante. Ad esempio devono essere eliminati:

  • parti incoerenti, residui di olio o grasso lungo i bordi della crepa o al suo interno
  • sporco all’interno della fessura
  • depositi e incrostazioni

È tuttavia possibile riempire anche le crepe contaminate, con speciali resine da iniezione.

Crepe – Variazioni Dimensionali

Condizioni di Umidità delle Crepe

A seconda poi dell’intensità del carico di acqua rilevata, il quadro fessurativo cambia e viene fatta una distinzione tra le diverse condizioni di umidità:

Crepa asciutta:

  • Non è possibile il passaggio dell’acqua
  • Influenza dell’acqua nella zona della crepa non rilevabile
  • Accesso dell’acqua possibile ma lo si esclude per un tempo sufficientemente lungo

Crepa umida:

  • Cambiamento di colore nell’area della crepa o della cavità
  • Segni recentissimi di comparsa dell’acqua
  • Crepa/cavità visibilmente umida

Crepa bagnata:

  • Acqua in forma di piccole goccioline visibili nella zona della crepa
  • Gocciolamento d’acqua nella zona della crepa

Crepa con acqua corrente:

  • Velo d’acqua continuo che emerge dalla fessura
CONTATTACI